ALLA FACCIA DEL BICARBONATO DI SODIO!

covers-bicarbonato

Così esclamava il grande Totò in un suo famosissimo film. Che lo ricordiate o meno poco importa, sicuramente però conoscerete il bicarbonato, così tanto utilizzato da essere uno dei prodotti più ricercati dalle donne italiane qui in Germania.

Tra le domande più frequenti c’è, infatti, quella relativa alla sua reperibilità nei supermercati berlinesi. Le più ardimentose tra noi si sono in primo luogo cimentate con la sua traduzione nella lingua d’arrivo, in modo da giungere quantomeno preparate sul campo d’azione. Il dizionario online del sito pons.de alla parola bicarbonato traduce in tedesco nel seguente modo: Bikarbonat e Doppelkohlensaures Natrium. Armate di fogliettino, laddove la memoria dovesse fallire nel tentativo di ricordare il secondo sinonimo, ci si reca al supermercato sotto casa.

Sì, ma dove cercare?

Guidate dall’istinto, ci si dirige verso il primo scaffale utile che è quello della spezie, con la speranza di trovare tra le mille scatoline contenenti polveri varie ed eventuali anche l’oggetto della nostra ricerca. Dopo aver passato sotto uno scanner visivo tutte le spezie dello scaffale ed averne infilate nel frattempo anche un paio nel carrello, si continua a sbirciare nello stesso scaffale, adottando la tecnica del “se ti spulcio tutto prima o poi salterai fuori”. Siamo quindi giunti al reparto dei biscotti e della cioccolata, dove il nostro braccio, che vive ormai di vita propria, ha già afferrato un paio di schifezze in maniera random.

Dopo circa un’ora a girare tra i vari reparti, veniamo assalite dalla disperazione e andiamo a guardare nell’unico reparto rimasto, quello dei prodotti per il bagno. Ma dopo attenta analisi, una certezza ormai si fa spazio nella nostra mente: in Germania il bicarbonato non esiste! E con fare mesto e disorientato, prendiamo una bottiglia di Meister Proper (Mastro Lindo n.d.r.) e ci avviciniamo alla cassa, con il carrello semivuoto contenente: tre boccettine di spezie, cioccolata e un flacone di detersivo per pavimenti.

Esiste poi una categoria di donne a dir poco ardimentose che con estremo coraggio si rivolgono direttamente alla cassa e tutto d’un fiato chiedono dove posso trovare il BikarbonatDa qui in poi vengono condotte al reparto dolci, dove tra aromi di vaniglia e polveri lievitanti appare la mitica scatolina verde del Natron.

Immagine
Ora che l’abbiamo trovata, però, resta il dubbio sul suo utilizzo. Molte infatti si staranno chiedendo come mai così in tante lo cercano, visto che voi, invece, non avete la più pallida idea di come utilizzarlo.

Il bicarbonato ha in realtà innumerevoli utilizzi.

  • In primo luogo è sicuramente noto per le sue proprietà digestive. Sciogliendone un cucchiaino in un bicchiere d’acqua insieme al succo di mezzo limone, aiuta a far passare il senso di pesantezza post pasto luculliano.
  • Per far lievitare meglio le torte e anche per cuocere i legumi. Basta, infatti, metterli a bagno la sera prima con un cucchiaino di bicarbonato e poi cuocerli nella stessa acqua.
  • Utilizzato sulla pelle bagnata, insieme ad un po’ di miele o anche da solo è un ottimo scrub per il viso.
  • Se avete una pelle molto delicata e i deodoranti vi provocano spesso allergia, può essere utilizzato mettendone una manciatina sotto le ascelle o diluito in acqua e poi spruzzato con un erogatore come un normale deodorante.
  • Per il pediluvio, per problemi di cistite o altri problemi intimi.
  • Per pulire i fornelli e le pentole. In quest’ultimo caso agisce meglio di uno sgrassatore che inquina e vi rovina le mani.
  • Sulle punture di insetti e in lavatrice, per avere vestiti più bianchi ed evitare la formazione del calcare.
  • Per disinfettare la frutta e non solo e per eliminare i cattivi odori del frigo.

Il Natrom lo si trova nel reparto dolci dei supermercati come Kaufland, Real, Rewe e Kaiser o nel reparto delle vitamine e delle tisane da DM e Rossmann. Il prezzo del Natron si aggira intorno ai 2,50 euro per l’intera confezione che contiene cinque bustine singole. Altrimenti se si vuol solo provarlo o lo si utilizza poco è possibile trovare talvolta le bustine singole a 0,65 di euro centesimi ognuna.

Adesso che sappiamo dove trovarlo e cosa farne, resta solo un problema: non abbiamo più la scusa di dover ripiegare sulla cioccolata!

Mariarca Guglielmo
Annunci

3 risposte a “ALLA FACCIA DEL BICARBONATO DI SODIO!

  1. bell’articolo!!
    quando provai a chiedere alla cassiera di Ihr Platz il Bikarbonat (come avevo letto sul dizionario tascabile..), questa ha sgranato gli occhi e ripetuto “BII-KAA-RRBONAAT??” assolutamente sconvolta, ha richiamato la collega e si sono messe a girare gli scaffali, mentre io balbettavo: “per fare i dolci… per pulire.. per il mal di pancia…” mettendole ancora più fuori strada!
    Non ho mai più osato chiedere, me lo sono portato in valigia dall’italia l’anno dopo!!
    (ci ho messo in totale due anni per scoprire che la parola più comune è “Natron”) ^_^ e dopo tanto tempo ogni volta che lo compro, ancora un po’ godo

    Liked by 1 persona

  2. Ehehe si! Esattamente così, la cosa più buffa è che prima di capire che fosse bicarbonato vedevo sempre la scatolina verde nel reparto dolci, ma il disegno della signora che fa il bucato mi depistava totalmente!! 😀

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...