BERLINO CITTA’ MULTIETNICA: LE SPEZIE – Prima Parte

Chiunque arriva in questa metropoli si accorge subito che è una città multietnica. Passeggiando per i vari quartieri si possono sentire, osservare ed assaporare cucine di ogni tipo. I profumi che sentiamo provengono per la maggior parte dalle spezie.

Ma che cosa sono le spezie? Quante, quali varietà e come possiamo utilizzarle e dove le troviamo?

Iniziamo un viaggio alla scoperta di questi meravigliosi ingredienti che servono per arricchire il sapore dei nostri piatti. La maggior parte delle spezie ha tante proprietà benefiche, quindi oltre ad aggiungere sapore, aiutano naturalmente la nostra salute. Migliorano la digestione e il nostro equilibrio intestinale, inoltre hanno proprietà antiossidanti.

provaaniceANICE (in tedesco Anis)

Ne esistono ben tre tipi: verde, stellato e pepato.

I tre tipi provengo da famiglie differenti ma l’aroma è simile. È un ingrediente fondamentale per la mistura di spezie cinese detta delle “cinque spezie”. Si può utilizzare per insaporire minestre, creme, marmellate, torte e biscotti.

La tisana d’anice è in grado di stimolare le secrezioni ghiandolari, in particolare quella materna, in questo modo aumenta la quantità e la qualità del latte materno.

Proprietà:

Lenisce il mal di testa. Ottimo rimedio in caso di affaticamento celebrale, problemi ai bronchi e per la tosse.
Favorisce il processo digestivo, rilassa la muscolatura intestinale. Consigliato per chi ha problemi di stitichezza.
I semi d’anice aiutano a profumare l’alito. Inoltre in caso di ciclo mestruale ritardato, lo fanno anticipare.

 

AJWAIN o AJOWAN (in tedesco Ajowan)

È una spezia molto comune nella cucina indiana. È un seme che dà un aroma pungente che ricorda quello dell’origano e del timo. È spesso presente in molti snack fritti indiani. Si utilizza prevalentemente in panificazione e nelle pastelle per frittura. Ottimo anche per dare un tocco differente ad una semplice insalata. Lo si può pestare leggermente per incrementarne l’aroma.

Proprietà:

rimuove le tossine, riorganizza i tessuti metabolici e aumenta il fuoco digestivo.

modificaassafetida

ASSAFETIDA (in tedesco Asant)

È la resina di una ferula. Prima di essere sciolta in olio caldo ha un odore sulfureo, poco piacevole. Diviene poi un aroma molto simile all’aglio ma più morbido, tanto che spesso viene utilizzata proprio per sostituirlo.

È molto utilizzata nella cucina indiana, pur non essendo nativa dell’India. Aiuta ad evitare i problemi di flatulenza.

Proprietà:

Aiuta contro i disturbi dell’apparato digerente. È antimicrobica, antiepilletica, antinfiammatoria, antinfettiva, antispasmodico. Svolge azione espettorante.

 

CANNELLA ( in tedesco Zimt) & CASSIA (in tedesco Kassien)

Utilizzata in stecche in olio caldo (avendo l’accortezza di spezzare le stecche pochi istanti prima dell’utilizzo per ottenere il maggior aroma) o polverizzata, sia in cotture che a crudo, la cannella ha un aroma dolce e molto caratteristico.

La Cassia vi assomiglia molto per aspetto, il sapore è molto simile ma meno dolce, per cui non è indicata per i dolci. Spesso viene venduta polverizzata e spacciata per cannella, essendo più economica.

È riconoscibile dal colore più scuro e dal differente aroma.

prova

Proprietà:

Decongestionante delle mucose, è un valido aiuto nelle malattie da raffreddamento ed esercita una funzione antisettica sui disturbi di questo apparato.
Combatte ed elimina funghi, virus e batteri. Regola la percentuale di zuccheri nel sangue.
Aiuta ad abbassare il colesterolo e i trigliceridi nel sangue. Allevia i disturbi dell’ipertensione.
La tisana di cannella è un ottimo digestivo.
La cannella ha anche un effetto stimolante, aiuta nei casi di spossatezza derivanti da malattie come l’influenza e la dissenteria.
Si può usare anche come disinfettante, nel caso di ferite sulla pelle, dopo averle pulite, vi si può spargere sopra la cannella.
Per finire grazie alle sue proprietà antiglicemiche, la cannella aiuta a placare gli stimoli della fame.

 

ED ORA… DIVERTIAMOCI IN CUCINA!

RISO ALLO YOGURT

Ingredienti:

  • 2 tazze di riso basmati
  • 2 tazze di yogurt bianco
  • 2 cucchiai di semi di senape
  • 2 peperoncini verdi
  • 4 peperoncini rossi (si possono anche non mettere, se non vogliamo un piatto troppo piccante)
  • 1 cucchiaino di ASSAFETIDA
  • 1 pezzetto di zenzero fresco
  • 1 cucchiaino di curry o foglie di curry
  • Alcune foglie di coriandolo fresco
  • Pizzico di sale
  • Olio di semi quanto basta

Procedimento:

Lavare il riso sotto acqua corrente. Mettere a bollire due tazze e mezzo di acqua salata, quando l’acqua bolle, aggiungere il riso, mescolare, chiudere bene e far cuocere a fuoco basso per circa 12 minuti.

Spegnere e lasciare riposare per 10 minuti.

Scolare il riso e sgranarlo. Versare lo yogurt assieme ad il riso in una pirofila, mescolare bene e lasciare riposare, così il riso assorbe bene lo yogurt.

Nel frattempo scaldare l’olio in una padella, aggiungere i semi di senape e lasciarli cuocere finché non iniziano a scoppiettare. A questo punto aggiungere l’assafetida, lo zenzero grattugiato, i peperoncini tritati ed il curry. Far rosolare per un minuto ed aggiungere il coriandolo tritato. Spegnere e versare l’olio aromatizzato con le spezie nel riso e yogurt. Mescolare e scaldare leggermente in padella per pochi minuti.

A questo punto il vostro piatto è pronto!

BUON APPETITO E A PRESTO CON NUOVE SPEZIE!

Giovanna Buiatti

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...