Spezie parte seconda

10403761_10203502869230935_505703986558139962_oContinua il nostro viaggio alla scoperte delle spezie che profumano i quartieri della città di Berlino.

10436244_10203503041875251_3496696844530384147_nCARDAMOMO Kardamom

E’ una spezia ricavata da una pianta tropicale, originaria dell’India meridionale. I suoi semi sono una delle spezie fondamentali per la preparazione del curry. Esistono più verità di cardamomo.

CARDAMOMO NERO Schwarzer Kardamom

Questa è una varietà meno diffusa, ha un aroma affumicato. I baccelli si possono utilizzare sia in olio caldo che in cotture con liquidi.

 


10440975_10203503040155208_7862836524852713270_n

CARDAMOMO VERDE Grüner Kardamom

Questa è la varietà più pregiata del cardamomo, è la spezia più costosa dopo lo zafferano e la vaniglia. Ha un profumo intenso e fresco che si abbina sia al dolce che al salato.
Può essere servito a fine pasto per favorire la digestione e profumare l’alito.
I baccelli interi si utilizzano in olio caldo o in cottura con liquidi.
I semi interni al baccello si possono polverizzare e sono molto utilizzati nei dolci indiani. Da polverizzato il cardamomo perde rapidamente il suo aroma, per cui conviene preparane piccole quantità.
Si trova anche una varietà bianca di cardamomo, ma è poco aromatica, quindi non va bene come spezia.
Proprietà: digestivo, aiuta in caso di nausea, vomito e flautolenza. Se si mettono due o tre semi nell’acqua della cottura dei legumi, cavoli o verdure cotte, aiutano ad evitare il gonfiore addominale.
Fare gargarismi con un infuso di cardamomo per alleviare i sintomi di tosse e raffreddore.
La polvere di questa spezia bollita insieme al tè ha proprietà antidepressive e aiuta ad accelerare il metabolismo, quindi è utile nelle diete dimagranti.


10374847_10203502942352763_4172798895227138494_nCARVI Echter Kümmel

L’aroma di questi frutti (chiamati semi) è idealmente un misto tra il sapore dell’anice, del cumino e del finocchio.
La pianta dei carvi è commestibile in tutte le sue parti.
I semi si utilizzano prevalentemente nei dolci o nella panificazione, ma si possono abbinare facilmente anche a piatti con frutta (in particolare la mela) o verdure.
È molto diffuso nel Nord Europa ed è un ingrediente fondamentale della salsa tunisina Harissa e di alcuni tipi di Garam Masala (miscela di spezie indiane).
Proprietà: aiuta la digestione ed è utilizzato come rimedio per coliche e gas intestinali.
L’olio essenziale di carvi ha proprietà antimicrobiche, soprattutto nei confronti di alcune infezioni intestinali.
A causa della presenza del Carvone (sostanza chimica), l’assunzione dei carvi è sconsigliata ai bimbi con meno di tre anni ed alle donne in gravidanza.

 

CHIODI DI GAROFANO Gewürznelken

Sono i boccioli non maturi del fiore di una pianta tropicale che cresce nei paesi dell’Africa del sud ed in Indonesia.
Da freschi sono rosati, quando si seccano diventano di un colore marrone tipo ruggine.
Si possono utilizzare sia in olio caldo all’inizio dei soffritti che in cottura o in marinature.
Nella cucina vegana si abbinano molto bene ai legumi, al seitan ed alla frutta secca.
Ottimi con il riso basmati indiano.
Ne bastano molto pochi perché hanno un aroma molto intenso.
Si possono utilizzare polverizzati, in piccolissime quantità.
Proprietà: hanno un alto potere antiossidante, per questo motivo aiutano a contrastare l’attività dei radicali liberi. Hanno proprietà antiinfiammatorie.
Utili in caso di mal di denti grazie alle loro proprietà analgesiche ed anestetiche.
Hanno inoltre proprietà antinfettive, battericide e funghicide. Molto utili in caso di ascessi.
Infine i chiodi di garofano aiutano a combattere gli stati di spossatezza ed il mal di testa.

1380263_10203503134637570_5792465481818128533_n

10390541_10203503094116557_4054163455161994808_nCORIANDOLO Koriander

È una spezia molto antica, deriva da una pianta erbacea che cresce tutto l’anno.
Le foglie, esteticamente, sono molto simili al prezzemolo, hanno però un aroma molto forte, selvatico.
Si utilizzano a fine cottura. È una spezia fondamentale per la cucina indiana.
I semi si utilizzano pestati con il mortaio o polverizzati, devono essere cotti in presenza di liquido. I semi si possono abbinare molto facilmente con altre spezie, in questo modo l’aroma potrà diventare più dolce, fruttato e delicato.
I semi di coriandolo si utilizzano per aromatizzare le verdure cotte, i legumi, le zuppe ed i dolci.
Proprietà: anche in questo caso questa spezie è utile in caso di mal di testa. Assumere semi di coriandolo aiuta ad alleviare i sintomi della diarrea.
Inoltre favoriscono la digestione, aiutano ad eliminare i gas intestinali ed apportano benefici in caso di crampi intestinali.
Utilizzato in infusione il coriandolo aiuta a combattere i reumatismi ed ha proprietà antidolorifiche.
Unica contro indicazione: è sconsigliato alle donne durante la gravidanza e l’allattamento. Un uso eccessivo può causare problemi a livello nervoso.
Questa spezia non contiene glutine quindi può essere utilizzato dai celiaci.

ED ORA… DIVERTIAMOCI IN CUCINA!

ORZO IN VELLUTATA D’ANACARDI

Ingredienti: per 4 – 5 persone

  • 1 tazza e ½ di orzo perlato precotto
  • 6 cucchiai di anacardi
  • 1 cipolla dorata tritata
  • 3 – 4 cucchiai olio di sesamo
  • 8 baccelli di cardamomo
  • 3 foglie di alloro
  • 2 pezzetti di cassia
  • 1 cucchiaio e ½ di zenzero grattugiato
  • 1 cucchiaino e ½ coriandolo in polvere
  • 1 tazza e ½ brodo vegetale
  • ½ cucchiaino di peperoncino
  • 4 gocce olio di sesamo tostato (opzionale)
  • 1 cucchiaio di succo di limone

Procedimento:

In una pentola lasciare in ammollo l’orzo perlato con tre parti di acqua per almeno un’ora.
Portare a bollore, cuocere coperto a fiamma minima per circa 1 ora, finché sarà abbastanza morbido ma ancora consistente.
Aggiungere il sale verso fine cottura.
In una tazza di acqua bollente sobbollire gli anacardi con la cipolla tritata, fino ad ottenere una crema abbastanza liquida.
Scaldare l’olio di sesamo e far andare per meno di un minuto con le spezie intere: alloro, cardamomo, cassia.
Aggiungere lo zenzero grattugiato, far andare per 1 minuto fiamma bassa, quindi unire la pasta di anacardi e cuocere per un paio di minuti.
Aggiungere il peperoncino ed il coriandolo, dopo 30 secondi aggiungere il brodo e cuocere a fiamma media per qualche minuto.
Aggiungere l’orzo e cuocere per 5-10 minuti, finché sarà morbido ed avrà preso tutti i sapori.
Chiudere con l’olio di sesamo tostato ed il succo di limone.

Articolo Giovanna Buiatti - Illustrazioni Ciao Sbarbi
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...